Articoli
SCRIVI UN ARTICOLO
Condividi anche tu i racconti di ciò che succede nel tuo oratorio.
Scrivi un articolo e invialo
all’indirizzo redazione@upee.it allegando possibilmente una fotografia in formato jpg.
Mezzoldo
Iscrizioni fino al 2 agosto
di Redazione Upee

C’è in libreria un titolo che ha attirato la mia attenzione: “Il demonio ha paura della gente allegra”. Subito lo apro e scopro con meraviglia: parla di don Bosco. Che bisogno c’è di parlarne ancora? Non sono dedicati a lui almeno metà dei nostri oratori? Va bene, lo sappiamo, un santo torinese che ha inventato, insieme a san Filippo Neri, quello che oggi possiamo con orgoglio chiamare oratorio. Eppure la sua storia ancora parla: la sua vita è un libro aperto. Tanto che lo scrittore Fabio Geda, autore del libro, ha deciso di rileggere questa figura che l’ha ispirato e l’ha accompagnato a diventare educatore.
Un santo che di educazione ne sapeva alla grande. “Un uomo con un piede nel sogno e uno nella realtà”: un esempio per noi oggi.

Ecco perché a Mezzoldo, il corso per animatori di oratorio dalla quarta superiore in su, si parlerà di don Bosco: fare oratorio oggi significa non dimenticarsi delle nostre origini, di quei pilastri che hanno fondato lo spirito e gli edifici che ci hanno permesso di essere eredi di una ricchezza grande, quella dell’oratorio.
Oggi ci ritroviamo a fare i conti con nuove sfide, ma in fondo gli ingredienti sono quelli: in oratorio non abbiamo a che fare coi migliori, coi motivati, con chi l’ha scelto. O meglio: non solo. L’oratorio è nato come spazio per gli ultimi, per dire che la strada non ha l’ultima parola e che per tutti c’è possibilità di riscatto se c’è una comunità educante e qualche buon cuore disposto a dare lì il meglio di sè sull’esempio di Gesù.

L’invito è forte e chiaro: venire a Mezzoldo dal 25 al 31 agosto significa fare i conti con chi siamo e con chi era don Bosco. Un’occasione per riscoprire fede e educazione alla base dei nostri oratori.
Share Facebook
Share Twitter
© Upee - Ufficio Pastorale Età Evolutiva
Privacy Policy | Redazione | Upee@curia.bergamo.it | Credits