Articoli
SCRIVI UN ARTICOLO
Condividi anche tu i racconti di ciò che succede nel tuo oratorio.
Scrivi un articolo e invialo
all’indirizzo redazione@upee.it allegando possibilmente una fotografia in formato jpg.
SportGiovane
A Casnigo giornata da ricordare
di Marcello Mossali

Vogliamo bene a Casnigo! Siamo in uno dei centri più caratteristici della Val Gandino, cinquecentoquattordici metri sul livello del mare, tremilatrecento abitanti. Casnigo ci accoglie nel suo centro, un piccolo borgo antico dove tutto è un gioiello: Piazza San Giovanni Battista, detta “Piazza Egia”, con la fontana al centro, la biblioteca comunale con la torretta, ma anche la Chiesa Arcipresbiteriale Plebana di San Giovanni Battista, uno dei numerosi edifici sacri, di cui è disseminato il territorio comunale, che ricoprono grande importanza a livello artistico e religioso. Al suo interno, la serie di armadi intagliati dal tirolese Hillipront, insieme al crocefisso del Fantoni, collocato tra due angeli. Con il nostro arrivo, perfino la Casa del Suffragio si affaccia su un paio di gonfiabili colorati dello SportGiovane: insomma, non c’è un angolo dell’abitato che non veda la presenza di un’area gioco. Via Umberto I con tutti i negozi ospita i campi da minivolley: la stradina si riempie, mamme, zie e nonne fanno slalom tra reti, pali e tappeti. Poi ci sta tutto l’Oratorio San Giovanni Paolo II, inaugurato nel 2012, che sovrasta via Garibaldi con le sue splendide facciate di vetro e si apre all’interno sul cortile, che porta al campo da calcio a 7 in erba sintetica. Si crea così una vasta area pedonale che permette ai duemiladuecento bambini dei Cre partecipanti di scorrazzare in assoluta libertà e sicurezza (grazie agli Alpini del gruppo locale!) e di godersi tanto refrigerio: tira un’arietta salutare che rilassa e concilia con tutto.

Chi si contende la seconda palma del vincitore dell’edizione 2018? In rigoroso ordine di iscrizione: Gazzaniga, Scanzorosciate, Gandino, Cirano, Barzizza, Nese, Piario, Albino, Santa Caterina, Verdello, Leffe, Calcinate oltre ai locali dell’oratorio di Castigo, guidati da Andrea, che ci ha dato una grossa mano nell’organizzazione della giornata.
Alcune note particolari: tutti i gruppi hanno la loro postazione base nel parcheggio comunale sotto l’oratorio. Serve una zona d’ombra? Detto fatto. Albino interpreta il lato sportivo della giornata con un profondo senso di attaccamento: la strada se l’è fatta in bicicletta, con don Andrea a guidare la carovana. Ci sono alcune figure storiche delle edizioni passate. Don Luca guida l’unico oratorio della città presente, forte dei successi ottenuti nel recente passato, quando era curato a Ghisalba. Don Sergio e i suoi ragazzi di Scanzorosciate sono tra i fedelissimi, vanto e orgoglio per la nostra organizzazione. Calcinate e Verdello coi rispettivi curati, don Emiliano e don Christopher, hanno ospitato e ospiteranno SportGiovane, a dimostrazione dell’affetto che lega i rispettivi Cre alla manifestazione. Don Eros è un parroco giovane e in forma: apprezza lo spirito della proposta e i suoi ragazzi di Piario non mancano di giocare con lo stesso spirito. Gandino, sotto la guida del curato novello, don Manuel, si presenta insieme a Barzizza e Cirano: sono una forza! Gazzaniga è stato tra i primi gruppi ad arrivare, don Luigi raggiunge i suoi coordinatori in pausa pranzo. E infine, ci sta l’Oratorio di Nese con don Michele e Leffe, capeggiato dalla coordinatrice Marzia: entrambi mostrano grande fair play nelle sfide sportive. Ogni gruppo è una storia, bella e speciale, che merita di essere raccolta e raccontata. È la forza educativa di una conoscenza condivisa e costruita a più mani: dentro la stessa comunità e dentro le comunità della nostra terra. È meraviglioso e incredibile a livello umano. SportGiovane, oltre a proiettare musica dalle casse per le viuzze del centro storico, riesce anche solo per un momento ad essere il semplice teatro di questo scambio. C’è una giovinezza che si incontra a Casnigo: gioca, schiamazza, cammina. Osservare tutto questo è davvero un privilegio. Un grazie sincero a tutta la comunità della Valle che si è messa a disposizione, ci ha ospitato e l’ha fatto con un cuore grande. Grande come i Cre che hanno animato un’altra meravigliosa giornata di SportGiovane.
Share Facebook
Share Twitter
© Upee - Ufficio Pastorale Età Evolutiva
Privacy Policy | Redazione | Upee@curia.bergamo.it | Credits