Il Cre
L'estate in oratorio: incontri ed emozioni

Estate-bambini-oratorio. Tre elementi che costituiscono l’essenza dei nostri Cre-Grest oggi, ma che già in passato, cinquant’anni fa o poco più, avevano fondato i leggendari “bagni del sole”. Sbiadite fotografie in bianco e nero ci ricordano che questi si svolgevano anche negli oratori.

Poi un salto. A parte qualche uscita estiva su per i monti, sono gli anni Settanta quelli che vedono nascere l’esperienza dei Cre-Grest. Oratorio feriale, oratorio estivo, gruppi ricreativi estivi, giornate ricreative estive, centro ricreativo estivo: la denominazione è varia e forse troppo fantasiosa, ma comincia a diffondersi per identificare un’esperienza di vita di gruppo nel tempo libero dell’estate. 

All’inizio la cosa più scontata
: i compiti di scuola fatti insieme, una merenda, una preghiera, un torneo a palla prigioniera. Poi la creatività si scatena: i tempi si dilatano, le esperienze si moltiplicano, le attività prendono corpo, i giochi fanno scoprire la possibilità che si può produrre molto di più che correre dietro ad un pallone. Le prime gite sono rigorosamente in montagna, per i più temerari si prende la bicicletta.

A metà degli anni Ottanta nascono le prime sussidiazioni diocesane: un quaderno che invita a scandire tempi ed attività e che suggerisce temi ed obiettivi. Il 1988 resterà la tappa particolarmente significativa per la storia dei Cre-Grest lombardi: l’occasione di ricordare il centenario della morte di don Bosco porta la commissione interdiocesana a produrre il primo sussidio regionale della storia intitolato: “Il cortile dei sogni”.

Per alcuni anni l’esperimento sembra prendere corpo in un lavoro di condivisione comune, che porterà in un secondo momento a una sussidiazione differenziata secondo le diverse esigenze delle zone lombarde. 

Fino ai giorni nostri, dove il Cre-Grest per ogni bambino significa un’estate di giochi, di emozioni e sorrisi, di esperienze…. di oratorio!!!


 

Share Facebook
Share Twitter
© Upee - Ufficio Pastorale Età Evolutiva
Privacy Policy | Redazione | Upee@curia.bergamo.it | Credits