Bacheca
APPENDI IN BACHECA
Appendi il tuo appunto scrivendo a redazione@upee.it.
Allega un’eventuale immagine
e/o volantino.
Carnevale in anticipo
Villa d'Almè
“Divertirsi è importante, banana!”: questo è il grido che l’oratorio di Villa d’Almè lancia all’unisono con i suoi volontari aprendo un parco giochi in cui adulti e bambini possono giocare insieme. Il carnevale a Villa d’Almè arriva una settimana in anticipo. Coriandoli, stelle filanti e tante maschere colorano tutto l’oratorio e il grande parco giochi prende vita grazie a Minions molto operosi. Per questa edizione, l’oratorio si è calato nell’atmosfera di ‘Cattivissimo Me’. A scendere in campo per il carnevale sono le famiglie che realizzano giochi sempre nuovi ogni anno.

“L’idea di stare in oratorio allestendo dei giochi – spiega Antonio, uno dei genitori del gruppo volontari – è nata in alternativa alla classica sfilata di carnevale. L’abbiamo fatto soprattutto per i bambini così che non stiano semplicemente a guardare, ma interagiscano tra loro con i giochi e si rendano partecipi”.
Un carnevale interattivo che assicura molto divertimento ai partecipanti ma anche ai volontari, come racconta Angelo: “Il motto di questo carnevale è ‘tutti allegri’. Il particolare più bello è la preparazione dei giochi. Noi, papà e mamme, sviluppiamo le nostre idee per creare questo parco giochi. Tutti gli anni è una cosa nuova. È un po’ faticoso perché iniziamo subito dopo il Natale, ma è bello vedere i bambini, i ragazzi e le loro famiglie divertirsi insieme. È una soddisfazione immensa e tutto ciò fa gruppo”.

Dietro a ogni semplice gioco ci sono il lavoro e la creatività di tanti volontari. Un impegno corale che ha l’obiettivo di rendere felici i piccoli e i grandi della comunità. «Il ricordo più bello di queste giornate di carnevale in oratorio è l’energia dei bambini – dice Monica -. È bello vederli spensierati e allegri con giochi molto semplici».

All’interno dell’oratorio di Villa d’Almè, il carnevale è un collante prezioso. Da quanto è stata fatta la scelta di abbandonare la classica sfilata e ambientare il tutto in oratorio, la comunità si è sentita più coinvolta e partecipe. «Il carnevale per l’oratorio di Villa d’Almè è un momento d’aggregazione – racconta Bruna – . La scelta è stata quella di fare un carnevale diverso dal solito perché questa modalità ha permesso alle famiglie di integrarsi all’interno della comunità. Così facendo i genitori collaborano insieme, per circa un mese e mezzo, e i bambini intanto possono giocare liberamente all’oratorio. Il carnevale è anche un’occasione per entrare in contatto con altri adulti e creare qualcosa di bello insieme”.

+++ GUARDA IL VIDEO +++
Share Facebook
Share Twitter
© Upee - Ufficio Pastorale Età Evolutiva
Privacy Policy | Redazione | Upee@curia.bergamo.it | Credits